Prova di fuoco per i luganesi a Schmerikon

Nel fine settimana si gareggia a anche a Brandeburgo e Monaco

Il calendario remiero propone tre importanti appuntamenti nel fine settimana: alle porte di Brandeburgo, sul lago Beetzsee, sono in programma i Campionati europei 2016. 500 gli atleti in gara in rappresentanza di 34 nazioni, tra cui Germania e Gran Bretagna, grandi assenti a Varese in occasione della prima regata di CdM. La flotta rossocrociata comprende 8 equipaggi e più precisamente: la singolista Jeannine Gmelin e il doppio di Nico Stahlberg e Roman Röösli fra i seniori, i singolisti Ladina Meier e Markus Kessler, il due senza di Fiorin Rüedi e Joel Schürch, il doppio di Frédérique Rol e Patricia Merz, tuttora in corsa per un posto per Rio e il 4 senza guidato dal lucernese Mario Gyr, “oro” alla Schiranna, nei “leggeri. Da definire ancora la composizione del doppio al limite dei 72,5 kg. Trei “papabili”: Michael Schmid, Daniel Wiederkehr e Silvan Zehnder.

Sul bacino olimpico di Monaco di Baviera vanno in scena gli “internazionali” di Germania riservati alla categoria juniori che vede impegnata anche Olivia Negrinotti. Per la ceresiana si tratta di un vero e proprio “battesimo del fuoco” in campo internazionale. La Negrinotti fa parte di un quattro di coppia completato da sara McErlean di Friburgo, Emma Kovacs di Vevey e Eline Rol di Ginevra.

Nella parte orientale del lago di Zurigo (Obersee), in territorio sangallese, e più precisamente a Schmerikon, si disputa la seconda regata nazionale, avvalorata dalla presenza di ben 700 equipaggi.

Il Ticino è presente con 35 equipaggi, buona parte dei quali hanno già avuto modo di mettersi in bella evidenza due settimane or sono sul Lauerzersee. Fra le novità citeremo il debutto di un otto juniori U17 misto, formato da atleti della Canottieri Locarno e della “Ceresio”.  Nella barca “lunga” ci sarà pure l’armo del Lugano, già in evidenza a Monate (argento) e nella gara d’esordio su acque svittesi (bronzo). 

A Schmerikon, nel contesto femminile, avremo in gara altri equipaggi misti e fra questi spicca il 4 di coppia U15 con atlete della Canottieri Locarno e Lugano (Mossi, De Carli, Krattiger, Jaumin), vincitore domenica scorsa sul lago di Pusiano, il doppio U17 formato da Sofia Pasotti di Locarno e da Giovanfrancesca Orlandini della SCCM. Un fatto certamente interessante e che pone a favore del movimento remiero cantonale.

Costretto… ai box, due settimane or sono sul Lauerzersee a causa delle cattive condizioni del lago, farà il suo debutto stagionale il singolista luganese Elie Jaumin: sarà al via sia negli U23, sia nei pesi leggeri. Non ci sarà per contro il promettente ceresiano Aurelio Comandini, in attesa di conoscere il suo futuro a livello nazionale.

Si attende la conferma del doppio luganese di Filippo Braido e Lorenzo Colombo nella categoria U19 e del 4 senza della Locarno negli U17.  Da seguire con particolare interesse la gara riservata al singolo U15 con tre atleti ticinesi al via: Marco Canuti (Lugano), Luis Schulte (Ceresio) e Elia Castano (Locarno).