Nuova sfida per la pattuglia ticinese nella Svizzera centrale

Oltre 1500 equipaggi in gara sul lago di Sarnen                 

Sarnen, culla del canottaggio nazionale, ospita il quarto appuntamento stagionale. Ben 1514 gli equipaggi in gara di cui un buon numero proveniente dalla vicina Germania, il che rappresenta un nuovo impressionante primato, ciò che mette a dura prova il lavoro degli organizzatori, obbligati agli… straordinari. Basti pensare che l’ultima gara in programma nella giornata d’esordio è prevista alle ore 20.13.

Il doppio U15 del Club canottieri Lugano formato da Taina Krattiger (a sinistra) e Melanie Jaumin: una bella realtà del canottaggio femminile ticinese

Primato di partecipazione anche sul fronte ticinese. In effetti, sono ben 63 gli armi al via di cui 20 nella categoria U15, 24 negli U17, 4 negli U19, 15 fra seniori, pesi leggeri, U23 e master. Nella giornata conclusiva è assicurata la presenza della ceresiana Olivia Negrinotti, reduce da un impegnativo campo di allenamento, svolto proprio a Sarnen, con il “quattro” che difenderà i colori rossocrociati agli “europei” in Lituania a metà luglio.

Fra le gare più “affollate” citeremo quella del doppio U17 maschile che vede al via ben 55 equipaggi e tra questi tre ticinesi: due del Club Canottieri Lugano (Giulio Bosco, Davide Induni e Matteo Pagnamenta, Elia Bucci) e uno della “Ceresio” (Antanas Balciunas, Tomasz Legierski). Nei pesi leggeri, Aurelio Comandini avrà come avversari, oltre all’altro luganese Elie Jaumin, più che mai deciso a riscattarsi dopo la poco convincente prova di Schmerikon, due forti atleti tedeschi. Per entrambi sarà un’ottima opportunità per verificare le loro effettive potenzialità in vista degli ormai imminenti campionati nazionali. Il Ticino può vantare quest’anno su formazioni di buon valore anche nelle barche “lunghe” (quattro e otto), in particolare con la Locarno, ora guidata dal nuovo presidente, Luigi “Gigio” Pedrazzini, già consigliere di Stato, sia nella coppia come nella punta, nella categoria U17; Locarno/Ceresio fra i ragazzi e Locarno/Lugano in campo femminile negli U15. E proprio il settore femminile rappresenta, quest’anno, una delle note positive di questo 2016, unitamente alla rapida crescita: numerica e qualitativa della società malcantonese, presente anche in questo fine settimana con 7 equipaggi: 6 singolisti e un doppio.

Negli U19 si attende una conferma dei due “doppi” luganesi: quello di Lorenzo Colombo e Filippo Braido negli U19 e di Melanie Jaumin e Taina Krattiger negli U15.

Ritorniamo sulla regata di CdM di Lucerna per segnalare che, nella giornata conclusiva, si è disputata l’ormai tradizionale gara riservata agli “Junior Men City Eights” che ha visto il successo dell’armo rossocrociato formato da Gulich, Plock, van de Graaf, Merkt, Letta, Baumann, Schubert, Condrau, tim. Hurst. Sul podio anche Vienna e MEC-Csepel-Szged (Ungheria). L’armo elvetico parteciperà ai prossimi Campionati europei di Trakai (Lituania).