Martin Luther King e la fiducia di Paola Grizzetti

16 equipaggi CCL al via ai campionati svizzeri 2016-06-22

Ci siamo. Questo fine settimana sul Rotsee di Lucerna verranno assegnati i titoli di campione svizzero 2016. Un appuntamento che riveste sempre una grande importanza e che quest’anno è avvalorato dalla presenza primato di ben 600 equipaggi. Un dato che fa ben sperare per il futuro del movimento remiero nazionale. Avremo modo di vedere all’opera, tra gli altri, anche la zurighese Jeannine Gmelin, reduce dal “bronzo” ottenuto domenica scorsa sul lago Malta di Poznan nella terza ed ultima prova di CdM. Per la prima volta in veste di allenatrice Paola Grizzetti calcherà l’erbetta del “divino” Rotsee. Ne approfittiamo per formulare i migliori auguri di pronta guarigione a Sergio che – ne siamo certi – seguirà con trepidazione, dopo trent’anni non “dal vivo” i suoi ragazzi.

La nostra “flotta”, numerosa anche quest’anno, comprende ben 16 equipaggi, di cui solo tre, presenti in discipline e categorie con in palio il titolo di campione svizzero e più precisamente: Elisa Canuti e Stify Kawtar nel doppio e Filippo Braido nel singolo U19 e Samuel Alexander nel singolo seniori.

Negli U15 avremo in gara: il doppio ragazze di Melanie Jaumin e Taina Krattiger e Marco Canuti nel singolo.

Negli U17: il 4 di coppia di Giulio Bosco, Matteo Pagnamenta, Elia Bucci, Davide Induni; il 4 senza di Diego Cammarota, Ivan Sokolov, Daniele Hering e Domenico Shadlou; Lorwenzo Colombo nel singolo; il doppio ragazze di Chiara cantoni e Fatimah Ardennes Fernàndez e l’otto ragazzi di: Diego Cammarota, Ivan Sokolov, Domenico Shalou, Lorenzo Colombo, Davide Induni, Elia Bucci, Giulio Bosco, Matteo Pagnamenta, Marco Canuti al timone.

Master: Doppio: Rocco Roberto Bevilacqua, Marco Gravina; Marco Briganti, Sergey Sokolov; singolo: Marco Briganti, Sergey Sokolov, Fabio Aldeghi; 4 di coppia: Marco Briganti, Sergey Sokolov, Rocco Roberto Bevilacqua, Marco Gravina.

Prima della partenza per Lucerna abbiamo avuto modo di parlare con Paola per avere un’idea di cosa potrebbe succedere nel fine settimana.

“Teniamo presente che la maggior parte dei nostri atleti sono alla prima esperienza come U17, categoria per nulla facile in quanto si trovano a competere con anche con atleti di un anno più grandi di loro”.

Come si è svolto l’allenamento? 

“Tutti gli atleti si sono allenati al meglio, nonostante quest’ultimo periodo combaciasse con la chiusura dell’anno scolastico e molti di loro concludevano la quarta media”.

A Lucerna non ci sarà Elie Jumin. Come mai?

"Come gli altri, Elie si trova nel pieno degli esami di maturità. Da mercoledì a sabato mattina avrà gli esami scritti, quindi non aveva senso iscriverlo alla gara in cui non poteva competere, dato che il programma delle gare inizia già nella mattinata di sabato”.

Non ci sarà nemmeno il doppio di Filippo e Lorenzo che in stagione si era comportato molto bene.

“Per entrambi, il singolo è la barca che dovrebbe regalare la migliore esperienza possibile. Se fanno bene hanno la possibilità di mettersi in mostra e dire la loro. Iscriverli anche nel doppio sarebbe chiedergli troppo. Inoltre Lorenzo è all’ultimo anno U17 e tra i suoi coetanei, al club, attualmente, è il migliore”.

In conclusione, quali le aspettative?

“Confido nella grande volontà di tutti gli atleti di voler fare bene e al meglio delle loro possibilità. Mi piace citare questa frase di Martin Luther King che così recita:

If you can’t be a highway, then just be a trail.

If you can’t be the sun, be a star.

Be the best of whatever you are."