Filippo Ammirati e Filippo Braido alla loro prima esperienza internazionale

Coppa della Gioventù 2017

Dopo i fasti della terza regata di Coppa del mondo di Lucerna e dei "mondiali" U23 di Plovdiv, il calendario remiero internazionale propone sul "Bloso" di Hazewinkel, il sempre ghiotto appuntamento rappresentato dalla "Coppa della Gioventù", manifestazione nata nel 1985 per volontà dell'allora presidente della Federremo italiana, Paolo D'Aloja, giunta quest'anno alla sua 32ma edizione. Vede al via 429 atleti di 13 nazioni: Austria, Belgio, Francia, Gran Bretagna, Ungheria, Irlanda, Italia, Olanda, Polonia, Portogallo, Spagna, Svizzera e, per la prima volta, Repubblica Ceca. L'apposito regolamento limita la partecipazione a quegli atleti che non entrano in considerazione per un campionato mondiale. La Coppa comprende eliminatorie il mattino e finali nel pomeriggio. Questo sia sabato che nella giornata conclusiva. Venerdì 28 luglio, alle ore 17.30 si disputerà la finale diretta dell'8+ femminile.

La flotta rossocrociata è composta da 8 equipaggi e tra questi troviamo il quattro senza e l'otto comprendenti nella prima, Filippo Braido e, nella seconda, Filippo Ammirati entrambi del nostro sodalizio. Per loro si tratta della prima apparizione sui palcoscenici internazionali. Un grande onore per la nostra società. Ricordiamo che la selezione dei nostri due atleti è il frutto di severe prove, dapprima "a secco" (ergometro), successivamente sull'acqua a Sarnen, con ben 16 "sgroppate" sulla distanza di 1500 metri, suddivise su un fine settimana.

La preparazione si è svolta senza particolari intoppi sul lago di Sarnen sotto l'attenta guida del tecnico del Grasshoppers, Sam Glym, durante la quale si è curato in modo particolare l'aspetto tecnico e la coesione. La formazione rossocrociata è completata dal singolista Fabien Donzelli di Friburgo, dal doppio di Stoffel e Huehn (Blauweiss Basilea e Vésenaz), dal due senza di Amstutz e Arbter di Thalwil, dal 4 di coppia formato da Wang, Kehrli, Poncioni e Kronenberger (Thalwil/Sempach/Blauweiss Basilea/Reuss Lucerna) in campo maschile, dal doppio di Anthonipillai e McErlean (Lausanne Sports/Vevey) e dal 4 di coppia di Berset, Leunig, Pfizer e Oural (Sursee, Küsnacht/Vésenaz/Morges).

Gran Bretagna con 16 equipaggi e 46 vogatori e Italia con 13, rispettivamente 46, sono le nazioni più rappresentate. Ricordiamo che lo scorso anno a Poznan, il primo posto per nazioni arrise alla formazione britannica, seguita da quella azzurra. Sorprendentemente la Svizzera terminò proprio a ridosso dei due colossi del canottaggio giovanile continentale. È stato questo il miglior risultato ottenuto dai rossocrociati nella ultratrentennale storia della Coppa.