Jeannine Gmelin sul tetto più alto del mondo nello skiff ai mondiali in Florida

Domenica, 1 ottobre sul bacino Bradenton di Sarasota (Florida), magnificamente incastonato nel parco omonimo, la Svizzera remiera ha festeggiato la prima medaglia d'oro nel singolo femminile a livello seniori nella storia dei campionati del mondo dal suo debutto avvenuto nel lontano 1974 sul Rotsee di Lucerna.

Sul gradino più alto del podio è salita la bravissima Jeannine Gmelin, classe 1990 del RC Uster, ma da ormai due anni, alle dipendenze dell'esercito nazionale così come il romando Barnabé Delarze.

La Gmelin, già in evidenza nell'intera stagione, ha disputato una finale di altissimo valore che ho avuto il piacere di assistere dal vivo con grande trepidazione in compagnia di una folta delegazione rossocrociata. Leggermente attardata al passaggio dei 500 metri, ha poi saputo imprimere un passo in più rispetto alle avversarie. Ai 1000, la zurighese transitava al comando, posizione che ha poi saputo mantenere in modo autoritario sino sulla linea del traguardo. La seconda classificata, la britannica Victoria Thornley (quinta sul Rotsee) ha dovuto concedere 1''92/100. A quasi 4'' troviamo l'austriaca Magdalena Lobing, campionessa europea nel 2016.

In anteprima si sono pure disputate le finali inerenti le categorie para-rowing (disabili) che, in una certa misura ha riservato soddisfazioni al Club Canottieri Lugano. In effetti, la singolista israeliana Moran Samuel, allenata dalla nostra Paola Grizzetti ha ottenuto una splendida medaglia d'argento, preceduta dalla quotata norvegese Birgit Skarstein. Va osservato che per la prima volta anche questa categoria ha gareggiato come i normodotati sulla distanza di 2000. Una fatica immane per atleti che, praticamente fanno uso dei soli arti superiori.

In sintesi i risultati completi degli armi svizzeri elvetici in gara:

Singolo femminile: 1° Jeannine Gmelin, 7'22''58; singolo maschile: 3° nella piccola finale (9° assoluto), 7'012''38; doppio maschile: Roman Rösli, Barnabé Delarze, 2° nella finale B (8° assoluto), 6'21''34; 4 di coppia leggero maschile (Pascal Ryser, Andri Struzina, Matthias Fernandez, Fiorin Rüedi), 6° in 5'58''33; singolo femminile leggero: 4° Patricia Merz, 7'43''38; singolo maschile leggero: 4° Michael Schmid, 6'56''37; doppio femminile leggero: Frédérique Rol, Pauline Delacroix, 2° nella finale C (14° assoluto), 7'06''66