Torino: ultimo test sulla lunga distanza

Il prossimo fine settimana è in programma a Torino il sempre affascinante test sulla lunga distanza “D’Inverno sul Po”, giunto alla sua XXXVI edizione organizzato come da tradizione dalla Società Canottieri Esperia. Nella gara dell’otto, in programma nella giornata conclusiva, in palio il trofeo dedicato a Gian Antonio Romanini, visionario ideatore della manifestazione e presidente, oltre che della Federremo italiano, dell’Esperia per oltre una decade, mancato la scorsa estate. Il campo di regata si snoda per 5000 metri a favore di corrente con partenza dalla passerella Turin Marathon e arrivo davanti alla società organizzatrice.

Nella giornata d’esordio (sabato) saranno di scena le barche cosiddette corte: singolo, due senza e due di coppia. Alle 10 apriranno la manifestazione con un percorso ridotto di 1000 metri (partenza davanti la Canottieri Armida) gli atleti più giovani: gli allievi, seguiti dagli adaptive. Alle 11 sarà la volta, sempre con un percorso ridotto di 4000 metri (partenza davanti la piscina lido) dei cadetti. Intorno alle 12.30 scenderanno in acqua: élite, juniori e master.

Domenica, alle 10 la competizione sarà riservata ai quattro di coppia e otto.

Grazie all’intuito del coordinatore tecnico cantonale, Augusto Zenoni e della nostra Paola, il Ticino sarà presente a questo appuntamento che, di fatto, chiude il lungo ciclo delle gare sulla lunga distanza, con ben 52 equipaggi fra cui 5 formazioni miste (una nella categoria élite maschile, due negli U19, maschile e femminile, una nella categoria ragazze l’altra nei cadetti.