Il Po esalta gli atleti ticinesi

Il podio del singolo master. Da sinistra: Fabio Serafino (Armida), Andrea Prina (Varese), Marco Briganti (Lugano).

Marco Briganti “argento” nel singolo  master                    

TORINO – Due giornate uggiose sul Po che tuttavia non hanno fermato lo spettacolo del mulinare di pale nel tratto di fiume interessato dalle due regate sulla lunga distanza “D’inverno sul Po” che hanno visto la partecipazione primato di oltre 2200 atleti (723 sabato, 1488 domenica) provenienti da tutt’Europa e fra questi una ventina ticinesi in rappresentanza dei sodalizi di Locarno e Lugano.

Si è trattato di un utile test che ha consentito ai due tecnici cantonali: Augusto Zenoni e Sergio Cuttica di verificare lo “stato di salute” degli atleti a loro disposizione. Confortante l’impegno profuso da tutti i partecipanti: giovani e meno giovani, il che fa ben sperare in vista della nuova stagione sulle distanze regolamentari che debutterà a fine aprile sul Lauerzersee. Si è vista – finalmente in gara – una mista cantonale, formata da elementi sopra e sottocenerini che si è cimentata nel 4 di coppia cadetti. Sokolov, Bosco, Petrosilli e Guscetti hanno concluso la prova sulla distanza di 4000 metri al 9. rango a meno di 1’ dalla formazione della regione Toscana. Da sottolineare l’ottimo quarto rango della locarnese Sofia Pasotti nella categoria cadetti e il quinto del compagno di società., Elia Castano negli allievi C.

Nel settore master, sempre più “affollato”, in evidenza ancora una volta Marco Briganti. Il luganese, smessi i panni di coordinatore tecnico cantonale, ha ottenuto un eccellente secondo posto nel singolo D a meno di 1’ dal forte varesino Andrea Prina. Nel doppio, altro “argento” per la Canottieri Lugano, grazie a Marco Gravina e Rocco Bevilacqua. Nella giornata conclusiva, nella gara valida per Coppa di fondo inserita nel calendario italiano, il “quattro” luganese, composto da Aldeghi, Gravina, Bevilacqua e Briganti, ha concluso al 4. rango (su 17 formazioni), a 1’08” dalla formazione locale dell’”Armida”.

I risultati dei ticinesi

Sabato: 2x ragazzi: 5. Lugano (Induni/Colombo), 20’54”14; 7. Cammarota/Pagnamenta (Lugano), 21’08”29; 2x cadetti:   8. Guscetti/Petrosilli (Locarno), 13’16”32, 10. Sokolov/Bosco (Lugano), 13’24”21: 1x allievi: 5. Elia Castano (Locarno), 15’35”90; 1x cadetti F: 4. Sofia Pasotti  (Locarno), 15’09”30; 2x cadetti F: 9. Diz/Rocca (Locarno), 15’42”55; 1x master C: 2. Marco Briganti (Lugano), 22’27”81; 1x master D: 5. Fabio Aldeghi (Lugano), 24’26”95; 2x master E: 2. Gravina/Bevilacqua (Lugano), 21’12”25.

Domenica: 8+ ragazzi: 12. Locarno (Fontana, Balestra, Loustalot, Derigo, Strikler, Martinoni, Gharib, Bogo, Frigerio tim., 19’08”76; 4x ragazzi: 11. Lugano Cammarota, Induni, Colombo, Pagnamenta), 18’55”58; 4x cadetti: 9. mista Lugano/Locarno (Sokolov, Bosco, Petrosilli, Guscetti), 19’57”88; 4x cadetti F: 7. Locarno (Diz, Rocca, Pasotti, Scarrone), 23’46”60; 4x master (43-54): 4. Lugano (Aldeghi, Gravina, Bevilacqua, Briganti), 19’38”43.